Città di CATANZARO

Capoluogo della Regione Calabria

URP

Via Jannoni tel. 0961 881398 numero verde 800574323
fax 0961 881398
e-mail: urp@comunecz.it
PEC: urpcz@certificata.comune.catanzaro.it
Orario di apertura: da lunedì a venerdì dalle 9,30 alle 13,00
lunedì e Mercoledì pomeriggio dalle 15,30 alle 17,00

Il Comune
    Palazzo De Nobili via Iannoni, 68
    88100 CATANZARO
    P. Iva 00129520797

CAMBIO DI INDIRIZZO E CAMBIO DI RESIDENZA

D.Lgs.n.5 del 9 febbraio 2012
Il cambio di indirizzo consiste nello spostamento della propria dimora abituale all’interno del Comune dove si è già residenti.
Il cambio di residenza consiste nello spostamento della propria dimora abituale da un Comune ad un altro.
La definizione del procedimento di che trattasi è subordinata all’accertamento dell’effettiva dimora presso l’indirizzo dichiarato da parte dei vigili urbani.
Dove rivolgersi: Ufficio Anagrafe – via Iannoni n. 68 (pal. Comunale)  
Orario di apertura: da lunedì a venerdì dalle ore 8,30 alle ore 12,30; lunedì e mercoledì anche dalle ore 14,30 alle ore 16,30.
Tempi: 2 giorni lavorativi, con definizione dei previsti accertamenti, entro 45 giorni dalla richiesta.
Costi: nessuno
Notizie utili:
• Contestualmente alla richiesta di cambio di indirizzo può essere compilata la scheda relativa al pagamento della TARSU, nonché le schede relative alle variazioni sulla patente e sul libretto di circolazione. In questo modo verranno aggiornate automaticamente le posizioni relative al tributo di cui sopra ed il cittadino riceverà le etichette adesive da applicare sulla patente e sul libretto di circolazione.
• Il cambio di indirizzo comporterà l’automatico aggiornamento della tessera elettorale: verrà inviato per posta (in ogni caso prima della consultazione elettorale più imminente) un apposito tagliando adesivo di variazione.
I cittadini stranieri extracomunitari dovranno presentare, al momento dell’istanza, il permesso di soggiorno ed il passaporto.

^ TORNA SU ^

 CAMBIO DI RESIDENZA ON LINE

Dal 9 maggio 2012 è entrata in vigore la nuova normativa sul cambio di residenza in tempo reale, prevista dall'art.5 del D.L. 9 febbraio 2012, n° 5. Si può, così, procedere all’iscrizione anagrafica con provenienza da altro Comune o dall'Estero, nonché al cambio di abitazione nell’ambito del territorio comunale. Le novità introdotte dai commi 1 e 2 dell'art. 5 riguardano la possibilità di effettuare le dichiarazioni anagrafiche di cui all'art. 13, C. 1, lett. a), b) e c) del regolamento anagrafico, attraverso la compilazione di moduli conformi a quelli pubblicati sul sito internet del Ministero dell'interno (e disponibili su questa pagina), che sarà possibile inoltrare al comune competente con le modalità di cui all'art. 38 del D.P.R. n. 445/2000.Ciò posto, ai sensi della richiamata disposizione del D.P.R. n. 445/2000 e dell'art. 65 del Codice dell'amministrazione digitale (CAD), di cui al d.lgs. n. 82/2005, che definisce le modalità di inoltro telematica delle istanze, i cittadini potranno presentare le dichiarazioni anagrafiche in alternativa al doversi recare direttamente all'Ufficio Anagrafe nei seguenti modi:

  • per raccomandata, indirizzata a: Comune di Catanzaro, Ufficio Anagrafe Via Jannoni, 68 88100 Catanzaro (CZ)
  • per via telematica tramite PEC all'indirizzo uff.immigrazioni@certificata.comune.catanzaro.it

Quest' ultima possibilità è consentita se:

  • la dichiarazione è sottoscritta con firma digitale;
  • la dichiarazione è trasmessa attraverso la casella di posta elettronica certificata (PEC) del dichiarante;
  • la copia della dichiarazione recante la firma autografa e la copia del documento d'identità del dichiarante sono acquisite mediante scanner e trasmesse tramite posta elettronica semplice

Alla dichiarazione deve essere allegata copia del documento d'identità del richiedente e delle persone che trasferiscono la residenza unitamente al richiedente che, se maggiorenni, devono sottoscrivere il modulo. La dichiarazione per essere accettata deve contenere necessariamente tutti i dati obbligatori previsti nell'apposito modulo. Il richiedente deve compilare il modulo per sé e per le persone sulle quali esercita la potestà o la tutela. Fermo restando che la decorrenza giuridica del cambio di residenza decorre sempre, come ora, dalla data di presentazione della dichiarazione, entro i due giorni lavorativi successivi il richiedente sarà iscritto in anagrafe e potrà ottenere il certificato di residenza e lo stato di famiglia, limitatamente alle informazioni "documentate". Nel caso di cambio di residenza con provenienza da altro comune, entro gli ulteriori e successivi 5 giorni lavorativi il comune di provenienza dovrà provvedere alla cancellazione ed alla verifica dei dati forniti dal dichiarante. Da quel momento potranno essere rilasciate tutte le normali certificazioni. Il Comune entro 45 giorni dalla dichiarazione procede all'accertamento dei requisiti cui è subordinata l'iscrizione anagrafica (innanzi tutto l'effettiva dimora abituale).Trascorso tale termine senza che siano pervenute comunicazioni negative, quanto dichiarato si considera conforme alla situazione di fatto (silenzio-assenso, art. 20 legge 241/1990).

In caso di accertamento negativo l'interessato sarà cancellato dall'anagrafe con effetto retroattivo e sarà denunciato alle competenti autorità, per le responsabilità penali per dichiarazioni mendaci, ai sensi degli articoli 75 e 76 del D.P.R. 445/2000.

Il cittadino proveniente da uno Stato estero, ai fini della registrazione in anagrafe del rapporto di parentela con altri componenti della famiglia, deve allegare la relativa documentazione, in regola con le disposizioni in materia di traduzione e legalizzazione dei documenti. 

Il cittadino di Stato non appartenente all'Unione Europea deve allegare la documentazione indicata nell' Allegato A

Il cittadino di Stato appartenente all'Unione Europea deve allegare la documentazione indicata nell' Allegato B.

MODELLI

Cambio di residenza e di indirizzo on line, nuovo modello
Modulo Tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani

Conseguenze in caso di dichiarazioni mendaci

I commi 4 e 5 dell'art. 5 del decreto-legge in esame disciplinano la fase successiva alla registrazione delle dichiarazioni rese, ovvero quella che attiene all' accertamento dei requisiti previsti per l'iscrizione anagrafica o per la registrazione dei cambiamenti di abitazione, nonché agli effetti derivanti dagli eventuali esiti negativi di tali accertamenti.In particolare, il citato comma 4 prevede che in caso di dichiarazioni non corrispondenti al vero si applicano gli articoli 75 e 76 del D.P.R. n. 445/2000, i quali dispongono rispettivamente la decadenza dai benefici acquisiti per effetto della dichiarazione, nonché il rilievo penale della dichiarazione mendace. Il comma 4 ribadisce inoltre quanto già previsto dal1'art. 19, c. 3, del D.P.R. n. 223/1989, in merito alla segnalazione alle autorità competenti delle discordanze tra le dichiarazioni rese dagli interessati e gli esiti degli accertamenti esperiti.

^ Torna Su ^

CARTA DI IDENTITÀ TRADIZIONALE

Il Ministero dell’Interno ha disposto la necessità, non piu’ prorogabile, del rilascio della sola nuova carta d’identita’ elettronica. E' prevista ancora la modalità di emissione della carta d’identità cartacea solo in casi articolari e documentati che sono:

  • Motivi di salute (è necessario allegare certificazione medica attestante l’impossibilità a presentarsi presso lo sportello.)
  • Motivi di viaggio (è necessario presentare titolo di viaggio con partenza non oltre il 10° giorno successivo)
  • Partecipazione concorsi o gare pubbliche (è necessario presentare bando o altra documentazione con indicazione della data di scadenza)
  • Cittadini iscritti A.I.R.E.  ( verranno accertati d’ufficio)

Per il rilascio della carta d’identità cartacea i richiedenti dovranno presentare allo sportello una richiesta corredata da adeguata documentazione.

La carta d’identità viene rilasciata:

  • ai minori di età inferiore ai 3 anni, con validità di tre anni;

  • ai minori di età compresa tra i 3 e i 18 anni, con validità di cinque anni;

  • a coloro che hanno superato i 18 anni di età, con validità di dieci anni.

La carta d’identità deve riportare la firma del titolare, che abbia già compiuto i 12 anni di età.

Dove rivolgersi: Ufficio Anagrafe – via Iannoni n. 68 (palazzo Comunale) o uffici decentrati
Orario di apertura: da lunedì a venerdì dalle ore 8,30 alle ore 12,30; lunedì e mercoledì anche dalle ore 14,30 alle ore 16,30.
Documenti da esibire:
• carta di identità scaduta o altro documento di identità;
• in mancanza di documenti identificativi, per ottenere la carta d’identità il cittadino deve presentarsi con due testimoni maggiorenni muniti di un documento di riconoscimento che ne attesti l’identità;
• n. 3 fotografie recenti ed uguali;
• i cittadini stranieri sono tenuti a presentare anche il passaporto in corso di validità ed il permesso di soggiorno originale già registrato presso l’anagrafe.
Tempi: rilascio immediato allo sportello
Costi : € 5,42 per diritti di segreteria.
Notizie utili:
• Il rilascio della carta d’identità tradizionale può essere richiesta anche dai cittadini non residenti nel Comune. In questo caso è necessario acquisire il nulla osta da parte del Comune di residenza, per cui i tempi di rilascio sono necessariamente successivi alla ricezione del suddetto nulla osta.
• La carta di identità può essere rinnovata sei mesi prima dalla data di scadenza.
• Per il rilascio della carta di identità ai minori, valida per l’espatrio, è necessaria la presenza di entrambi i genitori per rendere il prescritto assenso. In assenza di un genitore è sufficiente produrre dichiarazione di assenso firmata dal genitore assente, corredata dalla fotocopia del suo documento valido d’identità. A richiesta, sul retro della carta d’identità si possono riportare gli estremi anagrafici dei genitori.
• In caso di furto o di smarrimento, per ottenere la nuova carta di identità occorre presentare l’originale della denuncia effettuata presso gli Uffici della Polizia di Stato o dei Carabinieri.
• I cittadini stranieri non possono ottenere la carta d’identità valida per l’espatrio.

^ Torna Su ^

CARTA DI IDENTITÀ ELETTRONICA (CIE)

Gli uffici anagrafici del Comune di Catanzaro (compresi gli uffici decentrati di Lido e Santa Maria)  rilasciano esclusivamente carte d’identità elettroniche. Per il rilascio occorre portare una fotografia recente, formato tessera, ed il codice fiscale (tessera sanitaria).

Si richiede, presso l’Ufficio Anagrafe di via Jannoni 68 dal lunedì al venerdì dalle ore 8,30 alle ore 12,30; lunedì e mercoledì anche dalle ore 14,30 alle ore 16,30.

Occorre esibire un documento di riconoscimento, in alternativa è necessario essere accompagnati da due testimoni maggiorenni muniti di valido documento di identità.

I cittadini stranieri sono tenuti ad esibire anche il passaporto e il permesso di soggiorno in corso di validità. Si ricorda che la carta d’identità che viene rilasciata non ha validità per l’estero. 

La carta d’identità può essere rinnovata sei mesi prima della scadenza ed ha validità:

  1. 3 anni, per i minori di  età inferiore a 3 anni;
  2. 5 anni, per i minori dai 3 anni in poi; è richiesta la firma sul documento del minore che abbia già compiuto i 12 anni;  per la validità all’espatrio della carta d’identità da rilasciare ai  minori è prescritto l’assenso di entrambi i genitori; 
  3. 10 anni per i maggiorenni.    

In caso di furto/smarrimento per ottenere nuova carta d’identità occorre presentare l’originale della denuncia effettuata presso gli uffici della Polizia di Stato o dei Carabinieri.

Il costo della nuova CIE è di euro 22,21 da corrispondere in contanti allo sportello.

Verrà rilasciata ricevuta di richiesta CIE e la prima parte del codice PIN, che consentirà di dialogare telematicamente con la Pubblica Amministrazione.

La nuova CIE non ha rilascio immediato, ma sarà recapitata, tramite servizio postale (entro sei giorni lavorativi dalla data della richiesta), al domicilio anagrafico dell’intestatario oppure presso l’ufficio anagrafe emittente, unitamente alla seconda parte del codice PIN.  

^ Torna Su ^

RILASCITO CARTA DI IDENTITA' A DOMICILIO

Un familiare o incaricato maggiorenne deve recarsi all’Anagrafe centrale o decentrato munito di:
• certificato medico attestante l’impedimento;
• documento di identità (carta identità scaduta o altro) della persona impedita;
• tre fotografie uguali e recenti dell’interessato.
Verrà concordato un appuntamento per il lunedì pomeriggio successivo alla richiesta
Tempi: entro 7 giorni dalla richiesta
Costi: € 5,42 (diritti di segreteria)
Notizie utili: la carta d’identità ha validità di 10 anni.

Allegati:


PASSAGGIO DI PROPRIETÀ DI BENI MOBILI REGISTRATI

In casi di vendita di un bene mobile registrato (autoveicoli, motocicli, barche, ecc.), la firma del proprietario che vende il bene mobile può essere autenticata anche presso l’Ufficio anagrafe e gli uffici decentrati. Il venditore deve presentarsi presso gli uffici di cui sopra munito del certificato di proprietà del bene e di una marca da bollo. La firma deve essere apposta, davanti all’impiegato addetto, nell’atto di vendita redatto sul retro del certificato di proprietà, nel riquadro T. In caso di regime patrimoniale di comunione dei beni, è necessario che siano autenticate le firme di entrambi i coniugi. Per il completamento della pratica (trascrizione e pagamento delle relative imposte) l’atto dovrà essere successivamente portato presso uno degli uffici provinciali dell’ACI o della Motorizzazione civile, ovvero presso una delegazione degli Automobil Club oppure presso un’agenzia o studio di consulenza automobilistica.

Documenti da presentare:
• documento di identità in corso di validità;
• certificato di proprietà (o in mancanza foglio complementare) del bene mobile da vendere.
 

Dove rivolgersi: Ufficio Anagrafe – via Iannoni n. 68 (palazzo Comunale) o uffici decentrati
Orario di apertura: da lunedì a venerdì dalle ore 8,45 alle ore 12,45; lunedì e mercoledì anche dalle ore 15,00 alle ore 16,45
Tempi: l’autenticazione della firma si effettua immediatamente allo sportello.
Costi: € 16,00 per marca da bollo; € 0,52 per diritti di segreteria.

^ Torna Su ^

CERTIFICATI STORICI

Si tratta di certificati attestanti situazioni anagrafiche pregresse. Tali certificazioni richiedono, se riferite a fatti antecedenti il 26/11/1999, una ricerca manuale negli archivi storici dell’Anagrafe.
La richiesta deve essere formulata direttamente dall’interessato esclusivamente presso l’Ufficio Anagrafe sito nel palazzo comunale.
Tempi: da 3 a 15 giorni dalla richiesta, salvo particolare complessità dell’istruttoria.
Dove rivolgersi: Ufficio Anagrafe – via Iannoni n. 68 (palazzo Comunale).
Orario di apertura: da lunedì a venerdì dalle ore 8,30 alle ore 12,30; lunedì e mercoledì anche dalle ore 14,30 alle ore 16,30.
Costi: € 16,00 per marca a bollo; € 5,16 (diritti di segreteria) per ciascun componente il nucleo familiare.
Nei casi di esenzione dal bollo: € 2,58 (diritti di segreteria) per ciascun componente il nucleo familiare.

^ Torna Su ^

DICHIARAZIONI SOSTITUTIVE DELL’ATTO DI NOTORIETA’

Sono dichiarazioni concernenti fatti, stati, qualità personali che non rientrano tra quelli autocertificabili. Sono disciplinate dall’art. 47 del DPR n. 445/2000. Il compito dell’Ufficio Anagrafe è quello di provvedere all’autentica della firma nei casi in cui essa è necessaria.
Dove rivolgersi: Ufficio Anagrafe – via Iannoni n. 68 (palazzo Comunale) o uffici decentrati
Orario di apertura: da lunedì a venerdì dalle ore 8,30 alle ore 12,30; lunedì e mercoledì anche dalle ore 14,30 alle ore 16,30.
Tempi: immediatamente allo sportello.
Costi: € 16,00 per marca da bollo + € 0,52 per diritti di segreteria; € 0,26 per diritti di segreteria nei casi di esenzione dall’imposta di bollo.
Notizie utili:
Le dichiarazioni sostitutive dell’atto di notorietà:
• quando sono rivolte ad una pubblica amministrazione non devono essere autenticate, bensì firmate direttamente davanti all’impiegato addetto ovvero sottoscritte e spedite unitamente a fotocopia non autentica di un documento di riconoscimento valido;
• quando sono rivolte ad una pubblica amministrazione per la riscossione di benefici economici da parte di terzi devono essere autenticate;
• quando sono rivolte ai privati devono essere autenticate;
• non è necessaria la presenza di testimoni nel caso in cui le dichiarazioni siano rese da chi non sa o non può firmare;
• in caso di impedimento temporaneo per motivi di salute dell’interessato, debitamente documentato, possono essere rese dal coniuge o, in sua assenza, dai figli o, in mancanza di questi, da altro parente in linea retta o collaterale fino al terzo grado;
• possono riguardare anche fatti, stati e qualità di terze persone purché rese nell’interesse del dichiarante.

^ Torna Su ^

AUTENTICA DI COPIA

E’ l’autenticazione della copia di un atto o di un documento e consiste nell’attestazione di conformità con l’originale scritta alla fine della copia da pubblico ufficiale autorizzato.
Dove rivolgersi: Ufficio Anagrafe – via Iannoni n. 68 (palazzo Comunale) o uffici decentrati
Orario di apertura: da lunedì a venerdì dalle ore 8,30 alle ore 12,30; lunedì e mercoledì anche dalle ore 14,30 alle ore 16,30.
Tempi: l’autenticazione è effettuata immediatamente allo sportello.
Costi: € 16,00 per marca da bollo + € 0,52 per diritti di segreteria; € 0,26 per diritti di segreteria nei casi di esenzione dall’imposta di bollo.
Documenti da esibire:
• documento di identità;
• originale del documento da autenticare.
Notizie utili:
L’autentica della copia di un atto può essere sostituita da dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà.

^ Torna Su ^

AUTENTICA DI FOTOGRAFIA

E’ l’attestazione che la fotografia si riferisce ad una determinata persona.
Dove rivolgersi: Ufficio Anagrafe – via Iannoni n. 68 (palazzo Comunale) o uffici decentrati
Orario di apertura: da lunedì a venerdì dalle ore 8,30 alle ore 12,30; lunedì e mercoledì anche dalle ore 14,30 alle ore 16,30.
Tempi: l’autenticazione è effettuata immediatamente allo sportello.
Costi: € 0, 26 per diritti di segreteria.
Documenti da esibire: documento di identità valido.
Notizie utili: l’autentica di fotografia può essere effettuata anche per i cittadini non residenti nel Comune di Catanzaro.

^ Torna Su ^

CERTIFICATI ANAGRAFICI

I cittadini residenti possono richiedere i certificati relativi alla residenza ed alla situazione di famiglia, nonché quelli relativi ad altre posizioni desumibili dagli atti anagrafici solo se non destinati a pubblica amministrazione o a gestori o esercenti di pubblici servizi.
Dove rivolgersi: Ufficio Anagrafe – via Iannoni n. 68 (palazzo Comunale) o uffici decentrati
Orario di apertura: da lunedì a venerdì dalle ore 8,30 alle ore 12,30; lunedì e mercoledì anche dalle ore 14,30 alle ore 16,30.
Tempi: rilascio immediato allo sportello.
Costi: € 16,00 per marca da bollo + € 0,52 per diritti di segreteria; € 0,26 per diritti di segreteria nei casi di esenzione dall’imposta di bollo.
Notizie utili: nessuna pubblica amministrazione può richiedere al cittadino i suddetti certificati, ma deve avvalersi obbligatoriamente dell’autocertificazione.

^ Torna Su ^

DECRETI DI CAMBIO AGGIUNTE O ABBANDONI DI NOMI O COGNOMI

Il regolamento di Stato Civile riconosce la possibilità di cambiare il proprio nome o cognome, di aggiungere al proprio, altro nome o cognome e, nel caso di doppio cognome, di abbandonarne uno.
L’Istanza, debitamente motivata, va indirizzata alla Prefettura di Catanzaro che la inoltrerà, con la relativa documentazione, al ministero dell’Interno per l’emanazione del decreto di cambiamento. L’Ufficio di Stato Civile, una volta ricevuto il decreto definitivo, provvederà alla sua trascrizione alla presenza dell’interessato nonché alle annotazioni e successive comunicazioni.
Costi: nessuno.
Dove rivolgersi: Ufficio Stato Civile – via Iannoni n. 68 (palazzo Comunale)
Orario di apertura: da lunedì a venerdì dalle ore 8,30 alle ore 12,30; lunedì e mercoledì anche dalle ore 14,30 alle ore 16,30.
Tempi: entro 7 giorni dalla ricezione del decreto di accoglimento.

^ Torna Su ^

RETTIFICHE DI NOMI

Il nuovo ordinamento dello Stato Civile dà la possibilità di regolarizzare la posizione di coloro che hanno più nomi riportati in modo non omogeneo nei documenti (carta d’identità, codice fiscale, pratiche inps, scolastiche ecc.).
Gli interessati possono rivolgersi all’Ufficio di Stato Civile che valuterà caso per caso la soluzione del problema.
Dove rivolgersi: Ufficio Stato Civile – via Iannoni n. 68 (palazzo Comunale)
Orario di apertura: da lunedì a venerdì dalle ore 8,30 alle ore 12,30; lunedì e mercoledì anche dalle ore 14,30 alle ore 16,30.
Costi: nessuno.
Tempi: massimo 30 giorni.

^ Torna Su ^

SERVIZI A DOMICILIO

Il servizio è rivolto alle persone impossibilitate a muoversi per problemi sanitari debitamente certificati dal medico curante. Si effettua per l'autentica della firma per delega di riscossione della pensione (il servizio si attua in collaborazione con il settore delle Politiche sociali).

E’ necessario che un parente o altro incaricato maggiorenne, si rechi presso l’Ufficio Anagrafe munito del modello di delega, del certificato medico attestante l’impedimento e del documento di identità del delegante al fine di concordare un appuntamento.
L’impedimento deve essere fisico e non mentale: la persona deve essere in grado di firmare. La richiesta verrà trasmessa al settore Politiche sociali che provvederà ad affidare il servizio ad un assistente sociale che si recherà al domicilio della persona impedita.
Tempi: entro 7 giorni dalla richiesta
Costi: € 0,26 (diritti di segreteria)

^ Torna Su ^