Città di CATANZARO

Capoluogo della Regione Calabria

URP

Via Jannoni tel. 0961 881398 numero verde 800574323
fax 0961 881398
e-mail: urp@comunecz.it
PEC: urpcz@certificata.comune.catanzaro.it
Orario di apertura: da lunedì a venerdì dalle 9,30 alle 13,00
lunedì e Mercoledì pomeriggio dalle 15,30 alle 17,00

Il Comune
    Palazzo De Nobili via Iannoni, 68
    88100 CATANZARO
    P. Iva 00129520797

07 Marzo 2018 - Celia: Giardini dei frutti antichi a Corvo, regnano degrado e abbandono

“Risultano nel completo abbandono e nell’assoluto degrado i giardini dei frutti antichi  del quartiere Corvo”.E’ quanto denunciato dal consigliere comunale del gruppo #Fare per Catanzaro, Fabio Celia che aggiunge” Un’area a verde nel pieno centro della zona nuova urbanizzata  che rappresentava un punto di incontro e di socializzazioni per i residenti del quartiere e che ora ha assunto le somiglianze di una vera e propria piccola giungla. Una situazione che  oltre a  rendere l’area impraticabile, finisce per  risultare  una seria minaccia per la salute dei cittadini per la presenza di animali e di ratti.  I giardini dei frutti antichi , il nome dato farebbe pensare ad un’oasi di colori  e odori,   rappresentano invece l’emblema della scarsa attenzione che l’amministrazione riserva al suo verde e alle sue aree attrezzate sparse sul territorio comunale. Una scarsa attenzione, ma anche una poca sensibilità verso il tema dell’ambiente testimoniato dal modo in cui si  sta, con il solito metodo  discriminante,  provvedendo alla potatura degli alberi, o meglio dire, alla devastazione del verde. Vorrei sapere – ha proseguito Celia - con quale criterio e con quali priorità si programma questa manutenzione e quale agronomo li ha seguiti. Quello che salta agli occhi è che prima delle elezioni amministrative, anche i giardini dei frutti antichi furono puliti e messi in ordine. Oggi a distanza di un anno, invece, sono nel completo abbandono. Devo prendere atto che anche il verde e quella che dovrebbe essere una ordinaria manutenzione, i rappresentanti  dell’amministrazione Abramo la tramutano in atto clientelare. Mi auguro – ha concluso - che ora dopo aver metabolizzato la “batosta” elettorale, il centrodestra  al comune abbia capito la lezione ripartendo dai bisogni della gente senza  distinzioni e  ripicche personali” .