Comune di Catanzaro - News
Città di CATANZARO

Capoluogo della Regione Calabria

URP

Via Jannoni tel. 0961 881398 numero verde 800574323
fax 0961 881398
e-mail: urp@comunecz.it
PEC: urpcz@certificata.comune.catanzaro.it
Orario di apertura: da lunedì a venerdì dalle 9,30 alle 13,00
lunedì e Mercoledì pomeriggio dalle 15,30 alle 17,00

Il Comune
    Palazzo De Nobili via Iannoni, 68
    88100 CATANZARO
    P. Iva 00129520797

14 Maggio 2018 - Spostamento mercato Lido, nota dell'assessore Sculco

L’assessore Sculco ha ricevuto una delegazione di operatori del settore non alimentare che avrebbero dovuto, secondo il calendario di convocazione già pubblicato sull’albo pretorio e comunicato per mezzo stampa, procedere alla scelta delle postazioni ai fini dello spostamento del mercato di Lido nell’ex area Teti. Nel corso del colloquio, Sculco ha ascoltato le ragioni di tale gruppo di operatori che contestano alcuni dei criteri per la redazione delle graduatorie, già definiti di concerto con i delegati delle organizzazioni sindacali rappresentative dei commercianti su aree pubbliche e proposti dagli stessi, come si evince dai verbali sottoscritti da tutti i partecipanti alle riunioni, criteri successivamente approvati con delibera di giunta. L’assessore ha sottolineato che “l’interesse dell’amministrazione è quello di riuscire a garantire il trasferimento del mercato, nei limiti imposti dall’ordinanza del sindaco, nella nuova area, rispondente alle direttive ministeriali in termini di sicurezza e incolumità pubblica. A tal fine, tutte le procedure sono state contraddistinte dalla massima trasparenza e condivisione, nel rispetto della celerità imposta dall’ordinanza, anche in considerazione delle numerose riunioni con le sigle sindacali che hanno causato una dilazione dei tempi per poter pervenire alla sottoscrizione di una proposta condivisa. Esprimo, tuttavia, il mio rammarico perché, nonostante il colloquio e la notevole mole di lavoro svolta dagli uffici nei ristretti termini imposti dall’ordinanza sindacale, i numerosi operatori interessati, in gran parte presenti, hanno deciso di non rispondere alla chiamata e alla scelta dei posteggi”.