Comune di Catanzaro - News
Città di CATANZARO

Capoluogo della Regione Calabria

URP

Via Jannoni tel. 0961 881398 numero verde 800574323
fax 0961 881398
e-mail: urp@comunecz.it
PEC: urpcz@certificata.comune.catanzaro.it
Orario di apertura: da lunedì a venerdì dalle 9,30 alle 13,00
lunedì e Mercoledì pomeriggio dalle 15,30 alle 17,00

Il Comune
    Palazzo De Nobili via Iannoni, 68
    88100 CATANZARO
    P. Iva 00129520797

08 Agosto 2018 - Sentenza comune Lamezia, Abramo: Ripristinata legalità

"Il tribunale di Lamezia, restituendo all’ex sindaco Paolo Mascaro il diritto di candidarsi, ha ripristinato il rispetto della volontà popolare aprendo lo spiraglio per una nuova fase di lavoro e di impegno politico e amministrativo". Lo ha affermato il sindaco di Catanzaro, Sergio Abramo, apprendendo la notizia della sentenza che toglie qualsiasi dubbio sulla correttezza dell’operato del sindaco e della sua giunta risultando assolutamente estranei a condizionamenti esterni da parte della criminalità. “Il provvedimento del Tribunale di Lamezia – ha proseguito Abramo -  ha, dunque, dato attuazione al principio di legalità e ridato a Mascaro l’onore politico per la sua riconosciuta correttezza amministrativa, purtroppo brutalmente interrotta dalle accuse contenute nella relazione del ministero dell'Interno sulla base delle quali è stato sciolto il Comune della Piana, privando la comunità di Lamezia della sua rappresentanza legittimamente eletta. Non  posso che esprimere grande soddisfazione per la fine di una vicenda che ha segnato la vita personale di un amministratore  a cui mi lega  un ottimo rapporto personale e con il quale avevamo intrapreso un cammino amministrativo condiviso nell’interesse dello sviluppo dell’asse Catanzaro - Lamezia. Un incubo, quello vissuto da  Mascaro - senza contare i risvolti umani della vicenda - che ha dovuto far fronte ad accuse pesantissime con conseguenze drammatiche a livello personale e politico. Oggi nessuno potrà ridargli quello che ha perso, ma almeno è arrivata la soddisfazione di un’assoluzione piena e totale. Una pronuncia che dimostra, oltre che la correttezza dell’operato come sindaco, più in generale anche la bontà dell’azione amministrativa nel suo Comune. A Paolo, dunque, va il mio abbraccio forte che voglio estendere ai suoi familiari che insieme a lui hanno vissuto giorni di ansia e inquietudine”.