Città di CATANZARO

Capoluogo della Regione Calabria

URP

Via Jannoni tel. 0961 881398 numero verde 800574323
fax 0961 881398
e-mail: urp@comunecz.it
PEC: urpcz@certificata.comune.catanzaro.it
Orario di apertura: da lunedì a venerdì dalle 9,30 alle 13,00
lunedì e Mercoledì pomeriggio dalle 15,30 alle 17,00

Il Comune
    Palazzo De Nobili via Iannoni, 68
    88100 CATANZARO
    P. Iva 00129520797

13 Settembre 2018 - Consiglio approva mozione Notarangelo su blocco fondi periferie

Il Consiglio comunale ha approvato all’unanimità la mozione urgente presentata dal consigliere del Pd, Libero Notarangelo. Con il suo documento, il componente dell’aula ha voluto richiamare l’attenzione sul blocco che il Governo ha deciso, con un emendamento al Milleproroghe votato in Senato e attualmente in discussione alla Camera, per i finanziamenti del Bando per le periferie. 

Notarangelo ha ricordato che il Comune di Catanzaro “ha partecipato al bando risultando tra i 120 progetti vincitori (107 comuni capoluogo di provincia e 13 città metropolitane”, oltre ad aver sottoscritto, lo scorso 18 dicembre, a Palazzo Chigi, la convenzione riguardante la riqualificazione urbana dei quartieri Corvo, Aranceto, Fortuna e Pistoia per un investimento complessivo di 30 milioni di euro circa. E ha poi sottolineato che il Governo, congelando i fondi, abbia compiuto “una scelta, del tutto arbitraria e sproporzionata” ledendo il rapporto di leale collaborazione tra enti che “determina nei fatti la revoca – e non la semplice sospensione – del processo di realizzazione della convenzione riguardante la nostra città”. 

Per questo motivo il consigliere, ribadendo pure che “l’amministrazione comunale di Catanzaro ha già impegnato e speso importanti risorse per la realizzazione delle opere”, ha indirizzato la mozione al sindaco chiedendo di “manifestare al Governo e ai parlamentari eletti nella nostra regione l’assoluta contrarietà del Comune di Catanzaro al provvedimento contenuto nel decreto-legge cosiddetto Milleproroghe, che dispone il differimento al 2020 dell’efficacia delle convenzioni concluse; di attivarsi immediatamente presso tutte le sedi istituzionali coinvolte e avviare ogni iniziativa utile a preservare il piano nazionale per le periferie ed in particolar modo il progetto che riguarda la nostra città”.