Città di CATANZARO

Capoluogo della Regione Calabria

URP

Via Jannoni tel. 0961 881398 numero verde 800574323
fax 0961 881398
e-mail: urp@comunecz.it
PEC: urpcz@certificata.comune.catanzaro.it
Orario di apertura: da lunedì a venerdì dalle 9,30 alle 13,00
lunedì e Mercoledì pomeriggio dalle 15,30 alle 17,00

Il Comune
    Palazzo De Nobili via Iannoni, 68
    88100 CATANZARO
    P. Iva 00129520797

11 Ottobre 2018 - Battaglia e Costanzo: Proprietari vigilino su conduttori case per abbandono rifiuti

Dichiarazione dei consiglieri comunali Demetrio Battaglia e Manuela Costanzo:

“Abbiamo già espresso nei giorni scorsi i nostri dubbi in merito alla gestione del servizio di raccolta differenziata da parte della Sieco e alla necessità che l’amministrazione comunale faccia valere nei confronti della ditta il rispetto di tutte le condizioni previste dal capitolato d’appalto. Non possiamo, però, non considerare altrettanto importante, ai fini del corretto espletamento del servizio, la condotta da parte dei cittadini che sono chiamati a rispettare le regole sul corretto conferimento dei rifiuti. Ci giungono diverse segnalazioni in merito alla presenza, sui cigli delle strade e nei pressi di alcune abitazioni, di ingombranti che presumibilmente sono stati abbandonati da inquilini che non hanno a cuore la tutela dell’ambiente e del decoro urbano. In questi mesi sono stati tanti gli appelli al buon senso rivolti ai cittadini e, purtroppo, non sono servite le sanzioni elevate ai trasgressori individuati anche tramite le telecamere. Sentiamo, dunque, il dovere di ricordare ai residenti che la differenziata può funzionare solo se tutti quanti si attengono al rispetto delle regole e del proprio territorio. A tal fine, è fondamentale che la Polizia locale e le autorità preposte si attivino a controllare anche quei proprietari delle abitazioni che non vigilano sul comportamento dei conduttori di immobili nei casi di abbandoni indiscriminati di rifiuti e ingombranti. Medesimi controlli dovrebbero essere effettuati anche per verificare che gli stessi proprietari siano in regola con i pagamenti della Tari e degli altri tributi previsti. Così facendo si eviterebbe il sorgere di mini discariche per cui Sieco e amministrazione non sono responsabili e, se i colpevoli restano impuniti, a pagare è solo la città”.