Città di CATANZARO

Capoluogo della Regione Calabria

URP

Via Jannoni tel. 0961 881398 numero verde 800574323
fax 0961 881398
e-mail: urp@comunecz.it
PEC: urpcz@certificata.comune.catanzaro.it
Orario di apertura: da lunedì a venerdì dalle 9,30 alle 13,00
lunedì e Mercoledì pomeriggio dalle 15,30 alle 17,00

Il Comune
    Palazzo De Nobili via Iannoni, 68
    88100 CATANZARO
    P. Iva 00129520797

08 Novembre 2018 - Sculco: Comune ha partecipato tempestivamente a bando WiFi4EU

L’assessore all’innovazione tecnologica Alessio Sculco rende noto che il Comune di Catanzaro ha partecipato ieri, mercoledì 7 novembre, nell’immediata apertura della fase di invio delle domande, al bando WiFi4EU rivolto ai Comuni di tutta Europa per la realizzazione di una rete WiFi pubblica. La misura è promossa dalla Commissione Europea che stanzierà un bonus di 15mila euro per sostenere le spese per la costruzione della rete wireless ad accesso gratuito per gli utenti finali. Il bando prevede che la selezione dei progetti sarà effettuata in base all’ordine di ricevimento delle richieste e che i primi 2.800 comuni partecipanti riceveranno il buono. “L’amministrazione comunale di Catanzaro – commenta l’assessore Sculco – in considerazione del requisito di ammissione “a sportello”,  ha creato, attraverso il Ced diretto da Salvatore Giudice, una postazione informatica dedicata, capace di garantire la massima prestazione possibile per la connessione a internet. Ciò al fine di inviare in maniera immediata la domanda di partecipazione senza correre eventuali rischi per problematiche di rete. Questo strumento ha consentito di inoltrare la richiesta all’orario di apertura dell’invio delle domande, ieri mercoledì 7 novembre, allo scoccare preciso delle ore 13. Inoltre, tengo a ribadire che il Comune di Catanzaro aveva già presentato la domanda di partecipazione, con la stessa tempestività, al primo bando pubblicato nei mesi scorsi sospeso per errori tecnici dalla Commissione Europea causando l’annullamento di tutte le candidature allora ricevute. Abbiamo monitorato l’evolversi della procedura in attesa della seconda call e, pertanto, è stata ricreata la medesima struttura per cercare di essere tra i primi Comuni a inviare la richiesta. Visto che la domanda è stata inoltrata senza perdere neanche un secondo rispetto all’orario indicato nel bando, ci auguriamo che la Commissione europea possa garantire un esito positivo per l’assegnazione del contributo all’amministrazione comunale”.