Città di CATANZARO

Capoluogo della Regione Calabria

URP

Via Jannoni tel. 0961 881398 numero verde 800574323
fax 0961 881398
e-mail: urp@comunecz.it
PEC: urpcz@certificata.comune.catanzaro.it
Orario di apertura: da lunedì a venerdì dalle 9,30 alle 13,00
lunedì e Mercoledì pomeriggio dalle 15,30 alle 17,00

Il Comune
    Palazzo De Nobili via Iannoni, 68
    88100 CATANZARO
    P. Iva 00129520797

12 Marzo 2018 - Abramo: Condivido appello vescovo, organizzare valori

Testo integrale della dichiarazione diramata dal sindaco Sergio Abramo:

“Le acute osservazioni del nostro amato arcivescovo Vincenzo Bertolone sull’impegno dei cattolici in politica aprono scenari di discussione molto interessanti. E’ indubbio che la scomparsa di un partito di chiara ispirazione cattolica ha lasciato un vuoto enorme nella democrazia italiana, privando il Paese di un riferimento essenziale per la difesa dei valori della vita e della persona. Oggi, nel momento di maggiore confusione e incertezza della nostra storia politica, si avverte in maniera drammatica l’assenza di una “bussola” ideale.

Non si tratta evidentemente solo di “organizzare i cattolici”, ma soprattutto – se ho bene inteso il senso delle parole di monsignor Bertolone – di “organizzare i valori” di cui sono portatori i cattolici.

Quindi, più cattolici in politica, equivale ad alzare il livello della discussione, nel rispetto di tutte le culture presenti nel nostro Paese, da quella laica a quella liberale.

Serve, in tal senso, più coraggio. Se Forza Italia è oggi il principale partito italiano a fare parte del Partito Popolare Europeo, tanto da ispirarsi dichiaratamente alla cultura di De Gasperi, è necessario che i suoi valori fondanti – dal rispetto della persona all’europeismo – diventino sempre di più trainanti nell’azione politica nazionale. Anche a costo di scelte difficili.

Il richiamo di monsignor Bertolone è ancora più attuale al sud, dove più forte e drammatico è il bisogno e dove servono risposte ancora più nette e coraggiose.

Dobbiamo costruire un’Italia più giusta e solidale, profondamente rispettosa delle persone, restituendo ai meridionali e ai calabresi la dignità del lavoro.

Su questo terreno, a me molto caro, spero che dal mondo cattolico venga un maggiore sostegno, anche attraverso l’impegno diretto in politica, a prescindere dagli schieramenti.

Chi è impegnato in politica deve pensare essenzialmente agli “ultimi”. I sindaci, gli amministratori regionali, i parlamentari, gli uomini di governo – ognuno per la propria parte – devono raccogliere il senso più profondo di questo messaggio e lavorare ogni giorno per la promozione umana e per la lotta alle diseguaglianze. La più intollerabile delle quali, a mio parere, è quella tra il nord e il sud della nostra Italia”.